19 Ottobre 2017
[]

servizi

Consultazione Archivio Dino Terra

I nostri servizi
"Quando si progettato un racconto, non resta nient´altro che la fatica di scriverlo".

Questa frase, letta casualmente in uno degli appunti di Dino Terra durante la fase del riordino del suo Archivio, rappresenta , pi di ogni altro commento, la parabola esistenziale di questo scrittore che ha segnato le vicende letterarie italiane ed europee del XX secolo. Una vita a progettare e a scrivere racconti, opere teatrali, poesie, recensioni cinematografiche, critiche letterarie, artistiche ed altro ancora come emerge dal vasto carteggio e dalla quantit di documenti lasciati alla Fondazione che porta il suo nome; comincer a 16 anni fino agli ultimi giorni della sua esistenza terrena avvenuta a 92 anni, come attestato in una sua nota autobiografica (Augustea, 31 maggio 1929):
"Mi si chiede un ritratto autobiografico... hum, roba facile! Si fa presto a dire: nacqui nell´alba del nuovo secolo, sulla sponda sinistra del Tevere, all´ombra del sepolcro di Adriano, contornato da Pinelliani orti, famosi per la fava e il vino, ma poi che dico se io stesso non so bene chi sono? Gi questo il punto, che ne so di me?... Si vede un bambino qualunque che non ne vuole sapere di studiare, casto intimamente, sensitivo per le bestie e gli umili (soffre se vede battere un cane mai visto), nient´affatto geloso e amatore al superlativo dei giocattoli; poi un ragazzo ignorantissimo privo di ogni particolarit all´infuori di una moderata misantropia. Verso i sedici anni il giovane travolto da una rivoluzione sanatrice che lo trasmuta, e sente che deve diventare uno scrittore. Da quel momento la sua vita diventa un itinerario da compiere".

L´incipit spiega altrettanto bene, anche la volont e la fatica della stessa Fondazione di dar vita a un progetto di ordinamento e sistemazione di tutto il materiale archivistico rinvenuto. Con questo nostro lavoro speriamo di aver portato a compimento una della volont di Dino Terra. Si legge, infatti, nel testamento del 1991: "Ancorch non sia stato uno scrittore popolare non credo di illudermi nel prevedere che gi una decina di anni dopo la mia morte verr studiato e ricercato non soltanto in Italia. Confortato da quel che dissero e scrissero su me giudici eminenti come Prezzolini, Tilgher, Ungaretti, Pannunzio, Angioletti, Gabriel Marcel, Emilio Cecchi, Elio Vittorini, Capasso, Benedetti, Bassani, Savinio, Montale, Silvio D´Amico, A. Consiglio, S.Timpanaro ecc.".

Per ci che concerne strettamente il fondo archivistico e l´organizzazione interna delle carte ci siamo mossi tenendo conto di un criterio di ricerca induttivo, cercando di "ascoltare la voce del fondo stesso", o in altre parole, il piano di riordinamento si basato su quello che i documenti stessi suggerivano e sulla divisione gi in parte operata dal fondatore stesso. Il lavoro si svolto in tre fasi, quelle dell´ordinamento delle carte, del suo censimento (con una prima indagine su tutto il materiale archivistico) e della sistemazione delle unit archivistiche raggruppate per serie in un mobile-armadio dipinto da Dino Terra e per l´occasione restaurato.

Il fondo archivistico si presenta, al termine della "fatica", articolato in sei sezioni: Pubblicazioni, Scritti, Carteggio, Stampa, Documenti, Familiari. Ogni sezione contiene, a sua volta, diverse serie, alle quali sono stati applicati, a seconda della natura del documento, i tradizionali criteri generali di ordinamento, quale quello cronologico (es. la serie degli auguri....) , quello alfabetico (es. alcune serie del carteggio) e quello per materia (es. la serie dei disegni).

La prima sezione, Pubblicazioni, non composta da documentazione di tipo propriamente archivistico, ma pu risultare particolarmente utile in ambito di ricerca nell´archivio per una conoscenza pi approfondita del soggetto produttore.

La sezione Scritti, composta da sei serie - Bozze opere edite, Bozze opere inedite, Bozze varie, Disegni, Copertine e altro materiale, Opere altre - riguarda tutto il materiale archivistico di Dino Terra nella sua attivit di scrittore, pubblicista, sceneggiatore, conferenziere e appunti di vario genere; l´ultima serie contiene le bozze di opere di altri soggetti produttori presenti nel fondo archivistico.

La terza sezione comprende il Carteggio di Dino Terra, suddiviso in sei distinte serie, gi individuate, a grandi linee, dall´autore stesso: il Carteggio generale (denominato semplicemente Carteggio), il Carteggio affettivo, il Carteggio editoriale, il Carteggio vario e i Biglietti d´auguri. Tale sezione, la pi corposa, ha reso necessari numerosi interventi, l´individuazione di molti mittenti o destinatari, il riordino degli elenchi, il completamento della descrizione dei pezzi tramite l´indicazione degli estremi cronologici.

La sezione Stampa, composta di quattro serie - Articoli e scritti di Dino Terra, Recensioni su Dino Terra e scritti, Eco della Stampa, Giornali e ritagli di giornali - , raccoglie tutta la documentazione stampata presente nell´ Archivio, nell´ordine e nella divisione con cui essa stata sistemata dal soggetto produttore.

La quinta sezione, Documenti, articolata in quattro serie - Documenti personali, Documenti contabili, Fotografie, Documenti vari - contiene la documentazione cartacea, fotografica, numismatica e di altro genere strettamente personale di Dino Terra.

L´ultima sezione, Familiari, comprende invece documentazione appartenente ad archivi aggregati di alcuni familiari dello stesso Dino Terra e da lui conservati. Per ogni fondo (in totale 15) si proceduto descrivendo accuratamente in particolar modo il carteggio. Come per la corrispondenza di Dino Terra, anche in questo sono stati riportati i nominativi dei mittenti o destinatari, la tipologia e la quantit di documenti e gli estremi cronologici. Dove presente, il materiale diverso dal carteggio stato descritto prima di quest´ultimo.

In Appendice si trova, per motivi di impaginazione grafica, l´elenco dei ritagli dell´ Eco della Stampa relativi ai "Premi letterari" a cui Dino Terra ha partecipato.

E ora la "fatica di scrivere" passa in mano agli studiosi, ai ricercatori e ai tanti cultori della letteratura italiana, con l´augurio che siano numerosi, perch la previsione e la speranza dell´immaginista dimenticato, Dino Terra, possa finalmente avverarsi. Questa "guida-censimento" , dunque, uno strumento offerto a loro perch accedano al mondo vitale, personale, professionale e letterario, con l´intento di riportare alla luce quella poliedricit del suo pensiero che trova il suo centro nella ricerca e nell´indagine di quanto pi profondo c´ nell´uomo.

La Consultazione possibile previo appuntamento con la Segreteria sig.ra Marta Marsili tel. 0583/445731 (orario ufficio) email: mmarsili@comune.lucca.it

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]